Arena di Verona 95° Opera Festival 2017

Pubblicato il: lunedì 12 giugno 2017

Proseguono i preparativi per la 95a edizione dell’Arena di Verona Opera Festival, in scena dal 23 giugno al 27 agosto 2017 con 48 serate di grandi emozioni.

Sostieni MusaLirica.com:
111 The Piano - Legendary Recordings
The David Oistrakh Edition
The Karajan Edition - Complete
Morricone 60 Years Of Music
Donizetti: Gemma Di Vergy [2 CD]
Haydn: The Symphonies
Deutsche Grammophon: The Originals - Legendary Recordings
Decca Piano Sound
Maria Callas: The Live Recordings - 2017 Edition
Claudio Abbado - The Complete Rca and Sony Album Collection

Il cartellone presenta 5 titoli d’Opera immortali:

NABUCCO (nuovo allestimento)
AIDA (proposta in due diversi allestimenti)
RIGOLETTO
MADAMA BUTTERFLY
TOSCA

Arricchiscono la programmazione 3 imperdibili serate - evento:

ROBERTO BOLLE AND FRIENDS

PLÁCIDO DOMINGO
ANTOLOGÍA DE LA ZARZUELA

GALA
IX SINFONIA DI BEETHOVEN

Il programma del Festival 2017 si presenta davvero ricco per tutti coloro che vogliono trascorrere una serata in musica nell’anfiteatro all’aperto più grande del mondo: per gli amanti del melodramma e dell’opera italiana, per i fan del balletto e gli appassionati di musica sinfonica, ma anche per chi vuole semplicemente lasciarsi trasportare da melodie immortali, nell’incanto del teatro sotto le stelle.

Il Festival lirico prenderà il via venerdì 23 giugno con uno dei titoli più amati dal pubblico areniano: Nabucco di Giuseppe Verdi, in programma per 12 serate. Quest’anno verrà proposto in un nuovo allestimento firmato per regia e costumi da Arnaud Bernard, con le scene di Alessandro Camera; sul podio Daniel Oren, uno dei maggiori interpreti verdiani, da oltre 30 anni ospite abituale dell’Arena, a cui per quattro serate si alternerà la bacchetta di Jordi Bernàcer, direttore che ritroveremo alla guida dell’orchestra areniana anche per lo spettacolo d’eccezione dedicato a Plácido Domingo.

Seguirà Aida, opera simbolo del Festival lirico con le sue 650 rappresentazioni dal 1913 ad oggi. Il capolavoro verdiano verrà presentato dal 24 giugno per 8 serate nella versione futuristica e visionaria che ha inaugurato il Festival del Centenario nel 2013, firmata dal team artistico catalano La Fura dels Baus, con la regia di Carlus Padrissa e Àlex Ollé e le scene di Roland Olbeter, assistente alla regia Valentina Carrasco, che cura anche le coreografie, mentre i costumi sono di Chu Uroz e il lighting design dell’areniano Paolo Mazzon; sul podio Julian Kovatchev.
Dal 28 luglio Aida tornerà poi sul palcoscenico per altre 9 rappresentazioni nell’immancabile storico allestimento, applaudito per ben 20 stagioni, ispirato alla prima edizione del 1913, realizzato da Gianfranco de Bosio nel 1982, grazie allo studio dei bozzetti delle scene originali di Ettore Fagiuoli, e arricchito dalle coreografie di Susanna Egri. Dirigono Andrea Battistoni e Julian Kovatchev.

La terza opera del Festival 2017 sarà ancora un titolo verdiano, Rigoletto, proposto dal 1 luglio per 5 date nell’elegante e tradizionale allestimento del regista Ivo Guerra, con le scene di Raffaele del Savio e i costumi di Carla Galleri, che riproduce all’interno dell’anfiteatro veronese una piccola città di Mantova curata nei minimi dettagli. Alla guida dell’Orchestra areniana ritroviamo Julian Kovatchev.

Si proseguirà dall’8 luglio con 6 recite di Madama Butterfly di Giacomo Puccini. L’opera verrà proposta nel fortunato allestimento del 2004 firmato per la regia e le scene dal genio di Franco Zeffirelli, con i ricercati costumi del premio Oscar Emi Wada e i movimenti coreografici di Maria Grazia Garofoli; la direzione d’orchestra sarà affidata a Jader Bignamini.

Il 17 luglio è la volta della prima serata speciale del 95° Festival lirico: anche per il 2017 farà tappa in Arena il gala Roberto Bolle and Friends, l’attesissimo appuntamento che vedrà impegnato Roberto Bolle, étoile mondiale della danza, in un repertorio che spazia dal classico al contemporaneo, affiancato dai principali nomi del panorama ballettistico internazionale.

Segue il 21 luglio la serata Plácido Domingo - Antología de la Zarzuela, che vede protagonista uno dei miti della lirica mondiale, con le arie più emozionanti della tradizione popolare spagnola: un programma che saprà trasmettere al pubblico tutto il calore e l’energia della terra madrilena.

Ultimo titolo lirico del Festival 2017 sarà Tosca di Giacomo Puccini, proposta dal 5 agosto per 5 rappresentazioni nello scenografico allestimento ideato nel 2006 da Hugo de Ana, che ne ha curato regia, scene, costumi e luci; dirigerà la bacchetta di Antonino Fogliani.

Per concludere, il 15 agosto sarà in programma la terza serata-evento, con l’esecuzione della IX Sinfonia di Beethoven diretta da Daniel Oren: una serata di gala di pura emozione, che vedrà il capolavoro assoluto del genio di Bonn – prima composizione musicale dichiarata nel 2001 “Patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco, con l’iscrizione nel registro della “Memoria del Mondo” – risuonare nell’anfiteatro fino ad avvolgerlo nell’entusiasmo del celeberrimo Inno alla Gioia.

Il 95° Opera Festival vedrà impegnati i Complessi Artistici e Tecnici della Fondazione Arena di Verona, insieme ai numerosi mimi e figuranti.

Si confermano gli orari di inizio delle rappresentazioni del 95° Arena di Verona Opera Festival:
alle ore 21.00 nei mesi di giugno e luglio, alle ore 20.45 in agosto. Le tre serate-evento, invece, avranno inizio alle ore 22.00.


INFORMAZIONI
Ufficio Stampa Fondazione Arena di Verona – Via Roma 7/D, 37121 Verona
tel. (+39) 045 805.1861-1905-1891-1939 - fax (+39) 045 803.1443
ufficio.stampa@arenadiverona.itwww.arena.it

Biglietteria – Via Dietro Anfiteatro 6/B, 37121 Verona
tel. (+39) 045 59.65.17 – fax (+39) 045 801.3287 - email biglietteria@arenadiverona.it
Call center (+39) 045 800.51.51 - www.arena.it - Punti di prevendita Geticket

Commenti

▲ TORNA SU